Un messaggio per Deandre Ayton

Caro Deandre Ayton,

Stai per intraprendere il tuo primo Game 7 in assoluto nella tua carriera. Il tuo Soli Fenice hanno combattuto, demolito, combattuto e lottato contro il Dallas Maverick. Ci sono stati alti in questa serie e ci sono stati bassi. Un momento la tua squadra sta sbaragliando la concorrenza, la palla successiva viene portata via.

È giunto il momento per te di esercitare il dominio che possiedi. Stai giocando contro una squadra che manca di dimensioni reali all’interno. Basta guardare Dwight Powell, il più grande giocatore dei Mavericks e centro titolare. Quando è nel gioco, lo possiedi. Sei 9 su 18 dal campo quando lui ti protegge e in 77,8 possessi parziali, la tua squadra ha segnato 80 punti quando cerca di portarti in D.

Anche la base di fan dei Mavericks non lo vuole là fuori.

Come mai? Perché sanno che puoi sfruttarlo a piacimento. Sei stato incerto a volte durante questa serie di fronte a quel matchup. Pompa finta. Tenti di mettere la palla nel canestro. E capiamo. I tuoi tentativi di essere fisico sono stati accolti con dei fischi.

Letteralmente la prima giocata del gioco 5 è stato il tuo tentativo di esercitare la tua fisicità. Sei stato fischiato per questo e sei tornato al giocatore di finezza che ti senti più a tuo agio.

Anche Maxi Kleber non può competere con te. Certo, in fase difensiva cerca di distoglierti dalla vernice che ami proteggere. L’intera squadra ti vuole sul perimetro e tu hai tenuto il tuo grazie alla tua rapidità laterale e capacità di cambiare.

Quando la tua squadra è in attacco e Maxi Kleber è il difensore, devi attaccarlo. Non può competere con le tue abilità e non c’è modo che possa impedirti costantemente di raggiungere il cerchio. Hai 15 anni su 23 (65,2%) contro di lui in questa serie. Quando vedi il numero 42 in piedi tra te e il cilindro, dovresti vederlo come un segno di mancanza di rispetto.

Ti amiamo per quello che sei. Sei un membro della squadra, non qualcuno che chiede costantemente l’elemosina per la palla e scontento se non ottieni i tuoi tocchi. Sei disposto a sacrificare le statistiche nel tentativo di contribuire al maggiore successo della tua squadra. È ciò che ti rende unico nella NBA. Vuoi solo vincere.

Ma i Suns hanno un Game 7 domenica. E abbiamo bisogno che tu cambi il tuo approccio. È giunto il momento per te di chiedere la palla. Quando lo ottieni, sii deliberato con esso. Girati verso il bordo con sicurezza e colpisci i tuoi colpi da coniglio. Affonda il 15 piedi. Imponi la tua volontà e obbliga i Maverick ad adattarsi a te. Gira via dal doppio che iniziano a farti strada e trova i tuoi compagni di squadra aperti.

Tutto questo ti aprirà l’opportunità di portarlo al cilindro e, se ne hai voglia, sentiti libero di lanciare un paio di wham-bam-slam su difensori affaticati. Assicurati solo che quando queste posterizzazioni sono complete, rivolgi immediatamente gli occhi alle travi. Perché se guardi il giocatore su cui hai appena schiacciato, a quanto pare è un fallo tecnico di questi tempi. A meno che tu non sia Luke.

Tu sei la chiave.

I Suns hanno bisogno di te ora più che mai, SÌ. 20 tentativi di tiro potrebbero anche non essere sufficienti. Vai per 30. Riporta i Suns alle finali della Western Conference. Sii dominante. 40 hamburger in arrivo…

Con amore,

Tifosi dei soli

Leave a Comment