‘Sono disgustato’: lettori nelle Filippine sul risultato delle elezioni del 2022 | Filippine

UNDopo una schiacciante vittoria elettorale, Ferdinand “Bongbong” Marcos Jr diventerà il prossimo presidente delle Filippine. Il figlio e omonimo del defunto dittatore ha ricevuto più di 30 milioni di voti, battendo il suo più stretto rivale, l’attuale vicepresidente, Leni Robredo.

Qui, sette persone nel Filippine condividere le loro opinioni sul risultato e su come si sentono riguardo al futuro del paese.

“Assolutamente deluso”

Lyn dalla città di Baguio.

Sono assolutamente deluso da quanto siano male informate le persone e queste elezioni mostrano quanto possa essere pessima la democrazia. Mio padre è un difensore di Marcos e credevo che la legge marziale fosse un “periodo d’oro” perché me lo disse fino a quando non mi iscrissi e mi diplomai alla facoltà di giurisprudenza. Mio padre è una persona laboriosa e posso rispettare le opinioni, ma non posso permettere il revisionismo storico.

Mio padre mi ha detto che avrei dovuto ascoltarlo perché pensa che i libri di testo e l’istruzione, le notizie e praticamente tutte le forme di informazioni credibili siano tutte inventate dagli oligarchi per controllare la narrativa e mantenere poveri i filippini.

Ho votato per Leni Robredo e non riesco a credere a quanto sia efficiente con il suo tempo e quanto sia diligente nel servire le persone. Non posso credere che la maggior parte dei filippini la stia stroncando perché è troppo bella per essere vera. Spero solo che dopo questa amministrazione le persone tornino in sé. Lyn, 27 anni, città di Baguio – votata a favore Robredo

“È un periodo triste nelle Filippine”

I risultati elettorali sono spaventosi e sono una dimostrazione di come il revisionismo storico sia avvenuto proprio sotto il nostro naso negli ultimi anni. Onestamente non riesco a capire l’idea di essere sotto un’amministrazione Marcos. È un periodo triste nelle Filippine in questo momento.

Ho votato per Lenny Robredo. Il mio voto è stato influenzato dalla mia fiducia nella sua integrità, qualifiche e competenze come leader. Si è spesa durante il suo mandato di sei anni come vicepresidente di Duterte. Ha offerto la speranza al popolo filippino che possiamo effettivamente votare per qualcuno buono e giusto. Spero in una Filippine libera dalle dinastie politiche. Spero che le Filippine alla fine rifiutino i politici che non sono qualificati e smettano di votare per celebrità, intrattenitori e altri che non sanno nulla di scrivere fatture o approvare leggi.

Non possiamo più essere influenzati da promesse vuote. Spero che ogni singolo filippino ritenga responsabile la nuova amministrazione e sia aperto a chiamare e criticare dove non sono all’altezza. Celina, 24 anni, dipendente del governo, Metro Manila – ha votato a favore Robredo

‘Estatico’

Maria della città di Mandaluyong.
Maria della città di Mandaluyong.

Sono entusiasta dei risultati elettorali. I Marcose hanno costruito molte infrastrutture che esistono ancora oggi: le infrastrutture nelle Filippine sono state trascurate per decenni. La nostra aspettativa è che ora sia il fulcro di questa nuova amministrazione.

Ritengo che le presidenze successive a quella di Ferdinand Marcos Sr non abbiano realmente portato a progressi duraturi. Le Filippine continuano a rimanere indietro rispetto all’Asean [Association of South-east Asian Nations] vicinato. Si spera che la nuova amministrazione si adoperi per sconfiggere la pandemia, rilanciare l’economia e rendere le Filippine più competitive e favorevoli agli investitori. Mary, 48 anni, analista di project finance, città di Mandaluyong – ha votato per Ferdinand Marcos Jr

“I filippini vogliono un ritorno di Marcos per instillare disciplina, progresso e riportare pace e ordine”

La gente non se ne rende conto anche se c’era supporto per Leni [Robredo], c’era una maggioranza silenziosa più potente che ha sostenuto Marcos Jr. I filippini vogliono un ritorno di Marcos per instillare disciplina, progresso e riportare pace e ordine.

Ho votato per Pac-Man [Manny Pacquiao]. È puro, ha il cuore e raggiungerà il suo popolo. Ha mostrato una dedizione vera e sincera nel servizio ed è noto per il suo servizio pubblico. Ha anche acquisito saggezza durante i suoi anni come membro del Congresso e senatore. Oltre al suo rigido allenamento di boxe, è un vero uomo di Cenerentola. Renè, 63 anni, architetto, Nueva Ecija – ha votato per Manny Pacquiao

‘Un grande imbarazzo’

Edwin di Pampanga, Luzon centrale.
Edwin di Pampanga, Luzon centrale.

È un grande imbarazzo, perché abbiamo sofferto per la brutalità e l’avidità dei genitori di Marcos Jr. Non potevo in coscienza votare per Marcos Jr, perché non credo alla narrativa che il regno di suo padre sia l’età d’oro filippina, cosa che non era.

Inoltre non ho potuto votare per il suo avversario [Robredo] perché sentivo che sarebbe stata solo una ripetizione di Noynoy Aquino. Quindi ho votato per il candidato di sinistra Leody de Guzman come voto di protesta, ma vorrei che Sara Duterte si candidasse alla presidenza invece. Abbiamo un sistema di partiti politici debole e credo che il problema nelle Filippine sia che abbiamo una costituzione difettosa. Spero che con il grande mandato del presidente avvii la riscrittura della costituzione e cambi l’attuale sistema politico. Edwin, 63 anni, in pensione, Pampanga, Luzon centrale – ha votato per Leody de Guzman

“Alcuni degli altri candidati non capiscono la normale psiche filippina”

AJ di Cagayan de Oro.
AJ di Cagayan de Oro.

È una follia rimanere perennemente intrappolati negli eventi accaduti negli anni ’70 e nei primi anni ’80. Alcuni degli altri candidati semplicemente non capiscono la normale psiche filippina. Sono un Mindanaoano, [from the south of the country] e preferirebbe il federalismo piuttosto che la piena indipendenza. Voglio un Paese che apra la nostra economia al mondo, libero e non troppo legato all’ovest o all’est. Vogliamo un pragmatico come Duterte. È per lo più frainteso in occidente: può essere rozzo e sfacciato ma pensa in modo realistico.

Ho votato BBM/Sara e spero che continueranno il programma di costruzione, costruzione, costruzione dell’attuale amministrazione e la guerra alla droga. Non ho votato BBM/Sara dimenticando gli orrori del passato. Ho votato perché sono gli unici rimasti che almeno hanno l’intenzione di costruire su ciò che già abbiamo oggi. AJ, 48 anni, programmatore di computer, Cagayan de Oro – ha votato a favore Marco Jr

‘Disgustato’

Maria di Camalig, Albay.
Maria di Camalig, Albay.

Sono disgustato dai risultati. Con EDSA – il Rivoluzione del potere popolare – nella mia mente, posso ancora ricordare vividamente il mio io di 10 anni seduto sulle spalle di mio padre a cantare labano [Tagalog for fight] e lampeggia il segno L. In quell’anno, il 1986, ero lì, una parte del potere popolare che ha rovesciato la dittatura abusiva e ha assistito davanti ai miei occhi alla rinascita della democrazia partita da un semplice nastro giallo.

Oggi, 36 anni dopo la rivoluzione dell’EDSA, l’oscurità ha offuscato il raggio rosa della speranza. Sono costernato e decisamente non soddisfatto di come sono andate le elezioni nazionali. Prego affinché ogni filippino abbia accesso a un’istruzione di qualità, a un’assistenza sanitaria adeguata e che ci sia abbastanza cibo nutriente per la tavola di ogni famiglia filippina. Maria, 45 anni, opera nel campo della formazione e dell’istruzione, Albay

Leave a Comment