Questo 33enne ha lasciato gli Stati Uniti per la Georgia e vive con 1.592 dollari al mese

Nel 2020, Mike Swigunski era tra milioni di persone bloccate mentre la pandemia di Covid-19 ha spazzato il mondo. Ma invece di accovacciarsi con i coinquilini o la famiglia, Swigunski era a 6.000 miglia da casa, da solo in un paese straniero.

Swigunski aveva programmato di visitare la Georgia, un piccolo paese che si trova tra l’Europa orientale e l’Asia occidentale, solo per 30 giorni. Ma quando la Georgia ha chiuso i suoi confini all’inizio di marzo per aiutare a frenare la diffusione del virus, il nativo del Missouri è stato costretto a prolungare la sua permanenza nella capitale del Paese, Tbilisi.

Come ricorda Swigunski, tuttavia, si innamorò rapidamente del fascino del vecchio mondo di Tbilisi, nonché della sua cultura rilassata del buon cibo e della calda ospitalità. Ora, Swigunski, 33 anni, vive e lavora a Tbilisi come imprenditore nomade, una decisione che lo ha aiutato a vivere “una migliore qualità della vita a una frazione del costo”, racconta CNBC Fallo.

Se vivesse negli Stati Uniti, aggiunge Swigunski, “dovrei lavorare molto di più… ora sono semi-pensionato”.

Tragedia, poi voglia di viaggiare

Vivere in Georgia è “dieci volte” più economico degli Stati Uniti

Il reddito annuo di Swigunski oscilla tra $ 250.000 e $ 275.000 e grazie ai vantaggi fiscali in Georgia, riesce a mantenere molto più del suo reddito di quanto farebbe altrimenti.

La Georgia ha un’aliquota fiscale dell’1% per i proprietari di piccole imprese individuali come Swigunski e gli Stati Uniti hanno un vantaggio fiscale per gli espatriati che esclude dalla tassazione fino a $ 112.000 di reddito.

“Gestire più attività dalla Georgia è decisamente molto più facile che se fossi negli Stati Uniti e principalmente si riduce al costo”, spiega. “Se cercassi di replicare la mia infrastruttura negli Stati Uniti, probabilmente sarebbe circa dieci volte più costoso”.

Per diritto georgianoi cittadini di 98 paesi, compresi gli Stati Uniti, possono risiedervi per un anno intero senza visto e richiedere un’estensione una volta scaduto l’anno, ed è così che Swingunski vive ancora in Georgia.

Le sue spese maggiori sono l’affitto e le utenze, che insieme ammontano a circa $ 696 al mese. Swigunski vive in un appartamento con due camere da letto con giardino privato all’italiana che ha trovato tramite un agente immobiliare locale. “Appena ho visto questo posto, me ne sono innamorato”, dice.

Ecco una ripartizione mensile della spesa di Swigunski (a febbraio 2022):

Spesa media mensile di Mike Swigunski

Gene Woo Kim | CNBC Fallo

Affitto e utenze: $ 696

Cibo: $ 469

Trasporto: $ 28

Telefono: $ 3

Abbonamenti: $ 16

Assicurazione sanitaria: $ 42

Viaggiare: $ 338

Totale: $ 1.592

Un aspetto della vita da solo che Swigunski ha scoperto che non gli piaceva presto è cucinare, quindi una volta trasferitosi in Georgia, ha assunto uno chef privato che venisse a casa sua sei giorni alla settimana e gli preparasse i pasti, il che costa circa $ 250 al mese.

Uno chef privato potrebbe sembrare una spesa lussuosa, ma Swigunski dice che in realtà gli ha fatto risparmiare un sacco di soldi. “Senza uno chef, mangerei molto di più fuori e ordinerei cibo da asporto”, dice. “Ma avere uno chef mi permette di mangiare in modo più sano e mi fa risparmiare denaro e tempo che posso invece dedicare alla mia attività”.

“Sono più felice di vivere a Tbilisi di quanto non vivrei altrove”

La parte preferita di Swigunski dell’essere un imprenditore nomade è che “ogni giorno sembra diverso”.

Ogni mattina, a Swigunski piace godersi una tazza di caffè e leggere un libro fuori nel suo giardino, quindi cerca di intrufolarsi in una rapida meditazione e allenamento prima di accedere al lavoro.

Di solito lavora da casa perché è lì che è “più produttivo”, ma a volte si dirige verso una caffetteria o uno spazio di co-working con gli amici.

Una delle maggiori differenze tra vivere in Georgia e negli Stati Uniti, dice Swigunski, è che i georgiani sono “molto più rilassati”. “Molti posti non aprono nemmeno fino alle 10 del mattino e, in generale, i georgiani lavorano per vivere, non vivono per lavorare”, aggiunge.

C’è una frase che descrive l’ospitalità georgiana: “Un ospite è un dono di Dio”. Ciò è vero per Swigunski, che osserva che le persone sono “molto accoglienti con gli stranieri” e sono state “assolutamente meravigliose” nella sua esperienza.

Ma vivere all’estero non è così affascinante come potrebbe sembrare in superficie. “Non è per tutti”, dice Swigunski. “Ci saranno molte variabili diverse che non sarai in grado di replicare dalla tua vecchia vita di vivere negli Stati Uniti”

Poiché la Georgia è ancora un paese in via di sviluppo, spiega Swigunski, “l’elettricità o l’acqua si spengono un po’ di più qui rispetto ad altre località – questo non accade tutti i giorni, ma succede un paio di volte all’anno”.

Sebbene a volte senta nostalgia della sua famiglia e dei suoi amici negli Stati Uniti, Swigunski dice che è “più felice di vivere a Tbilisi” di quanto non vivrebbe “in qualsiasi altra parte del mondo” e ha intenzione di rimanere a Tbilisi per il prossimo futuro.

“Vorrei mai vivere di nuovo negli Stati Uniti? Non voglio parlare in modo assoluto, amo l’America”, dice. “Ma per ora, mi godo la vita all’estero molto di più che se dovessi vivere negli Stati Uniti”

Guardare:

Questo 33enne ha lasciato gli Stati Uniti per Bali e vive una “vita di lusso” con $ 2.233 al mese: come spende i suoi soldi

Questo 29enne ha lasciato gli Stati Uniti per Budapest. Ora guadagna $ 120.000 e vive in un appartamento da $ 800 al mese

Questa 31enne ha lasciato il suo lavoro a Wall Street per viaggiare per il mondo: “Sapevo che mi sarei pentita se non l’avessi fatto”

Iscriviti ora: Diventa più intelligente riguardo ai tuoi soldi e alla tua carriera con la nostra newsletter settimanale

Leave a Comment