Marcus Smart e Derrick White rafforzano la zona di difesa di Boston nella vittoria di Gara 6

Con la loro stagione in gioco, i Boston Celtics ha evitato l’eliminazione venerdì sera, sconfiggendo il Milwaukee Bucks 108-95. La storia del gioco è stata la prestazione elettrica da 46 punti di Jayson Tatum. Ha colpito i pezzi grossi quando contava di più. Tuttavia, ciò che è passato sotto il radar sono state due prestazioni di prim’ordine delle due guardie combo della squadra, Marcus Smart e Derrick White.

Il playmaker titolare di Boston lo ha fatto su entrambe le estremità del campo in gara 6. L’attacco drive-and-kick di Boston lo ha trovato una tonnellata nel primo quarto e non ha esitato a far pagare la difesa di Milwaukee. Ha perso 14 punti nel primo quarto durante la notte verso una prestazione di 21 punti.

Gli è stato chiesto del suo inizio caldo dopo la partita. Smart ha detto che sapeva che doveva “impostare il tono”. Proprio come “l’America corre su Dunkin”, i Celtics corrono su Smart. Sia lui che i suoi compagni di squadra sanno che:

Andiamo come vado io. Sono il cuore e l’anima di questa squadra. I miei compagni di squadra me lo dicono sempre. E sai, cerco di essere quello per loro. L’energia che porto è contagiosa, e lo so, e cerco di portarla in ogni partita.

Per un ragazzo non noto per i suoi tiri da tre punti, questo è esattamente ciò che ha fornito ai Celtics in gara 6. Ha tirato 5 su 9 dalla distanza, con quattro di loro che sono arrivati ​​​​solo nel primo quarto. Ma l’influenza di Smart non si è fatta sentire solo sul lato offensivo.

Il difensore dell’anno si è ritrovato a fare la guardia al due volte MVP Giannis Antetokounmpo più del solito. Nonostante la differenza di dimensioni, Smart ha tenuto testa e ha affrontato Antetokounmpo più di qualsiasi Celtic. Il Greek Freak ha comunque perso 44 punti, ma non sono bastati per guadagnarsi la vittoria.

Quando gli è stato chiesto se il piano di gioco prevedesse che lui proteggesse Antetokounmpo, Smart ha detto di no. Ha notato che il piano dei Celtics è semplicemente quello di rendere la vita di Antetokounmpo il più dura possibile ogni volta che ha la palla:

Il piano di gioco era solo, chiunque gli fosse addosso, renderlo il più duro possibile. Sono stato abbinato a lui un paio di volte e ho solo cercato di fare il meglio che potevo. Amico è una bestia. Sette piedi più e sette più apertura alare, e fa quei lunghi passi. È dura. Quindi, sai, vogliamo solo renderlo il più difficile possibile, indipendentemente da chi fosse su di lui.

Smart stava combattendo i demoni di Game 5 mentre è entrato nel Forum Fiserv venerdì. Anche se non è stato l’unico motivo del crollo a fine partita di Boston, le sue due palle perse negli ultimi momenti della gara sono state le discussioni della città negli ultimi due giorni. Durante la sua intervista post-partita, Smart ha rivelato quanto la fine del gioco 5 lo abbia perseguitato. Ha ammesso che ha provocato un paio di notti insonni:

Dirò solo che stasera sarà la prima notte dopo quella partita in cui dormo un po’. Non sono ancora andato a dormire. Subito dopo quella partita, sono tornato direttamente all’impianto di allenamento. Ho appena avuto la mente giusta e ho cercato di fare tutto quello che potevo prepararmi per stasera. Assicurati che noi e io ci riprendiamo.

Con la sua performance in Game 6, è sicuro dire che Smart ha più che compensato i suoi errori in Game 5. È arrivato secondo nella squadra in termini di punteggio, ha guidato i Celtics negli assist con sette e ha giocato un’ottima difesa su una delle superstar dello stop del campionato.

Ma mentre Smart stava inchiodando tre e distribuendo centesimi, White stava entrando nella vernice e facendo il lavoro sporco. I numeri di tiro di White (3 su 9 dal campo, 1 su 5 da dietro l’arco) non raccontano tutta la storia di quanto sia stato d’impatto per Boston su entrambe le estremità del campo.

Dopo la partita, Al Horford ha incontrato Abby Chin della NBC Sports Boston e ha elogiato White per i suoi sforzi, dicendo semplicemente “è un vincitore”:

Giochi vincenti. Derrick, è un vincitore. Sa giocare. Sta cercando di giocare nel modo giusto. Sono così felice per lui, per il modo in cui ha giocato stasera. È rimasto lì e ha suonato per noi lungo il tratto.

Il bianco ha concluso la serata con cinque rimbalzi, di cui due sul lato offensivo della palla. Cinque potrebbe non sembrare un tono, ma era il tempismo delle tavole di White che contava. Tre di loro sono arrivati ​​negli ultimi tre minuti di gioco.

Sul lato offensivo, White è stato in grado di fare ciò che pochi altri Celtics potevano: entrare nella vernice. La difesa di Milwaukee è progettata per evitare che la vernice sguardi facilmente. Anche se non è stato in grado di farsi strada verso il bordo, l’abilità di White di farsi strada tra i denti della difesa ha creato un aspetto facile per gli altri.

In questa commedia, White riesce a superare George Hill, il che costringe la difesa di Milwaukee a crollare. Di conseguenza, Smart è spalancata per tre facili.

I contributi del bianco sulla parte difensiva sono stati altrettanto cruciali. Era una minaccia sul perimetro ed è persino riuscito a disegnare una carica su Antetokounmpo in transizione.

Smart e White sono entrambi andati alla grande quando contava di più per i Celtics. Hanno giocato in attacco, si sono schiantati contro le assi e hanno persino tenuto testa a un bulldozer di sette piedi. Ora, si tratta di Game 7.

La stagione di Boston sarà di nuovo in gioco questa domenica, ma questa volta saranno al TD Garden. La partita 7 inizierà alle 15:30 EST su ABC.

Leave a Comment