I Mavericks hanno goduto di un netto vantaggio tecnico nei playoff

Il Dallas Maverick la decisione di assumere Jason Kidd è stata accolta con più di un piccolo scetticismo da molti, incluso questo sito web (Nota del redattore: ciao). Kidd è arrivato con una storia a scacchi che includeva problemi personali e lotte di potere nel suo precedente soggiorno. Ma Kidd è arrivato anche con un fantastico QI nel basket e la conoscenza che aveva acquisito da quelle lotte.

Una delle preoccupazioni principali era che giocava in uno stile antiquato che portava a limitare i tentativi da tre punti della sua stessa squadra mentre incoraggiava i suoi avversari a tirare di più. Questa non è una strategia efficace in un’era di analisi in cui abbiamo imparato che i tre sono più efficienti di tutto tranne i layup. Nella sua ultima stagione con il Milwaukee Bucksla sua squadra era 25a in campionato con tre punti tentativi a partita.

Tali preoccupazioni si sono rivelate inutili. I Mavericks hanno concluso questa stagione all’ottavo posto in campionato con tentativi da tre punti. Hanno consentito il terzo tentativo di tre punti contro. Erano secondi al Utah Jazz in rete da tre punti tentativi a partita durante la stagione regolare.

Ai playoff è solo migliorato. I Mavericks hanno giocato contro i Jazz al primo turno di una serie in un incontro tra le prime due squadre del campionato in tentativi netti da tre punti. I Mavericks hanno dominato la battaglia dei tentativi da tre punti in quella serie. I Mavericks hanno tentato 251 triple limitando il Jazz a 179 tentativi. Questo è un vantaggio di 12 tentativi da tre punti a partita che hanno portato i playoff al primo turno ed è successo contro la squadra che ha guidato il campionato in tentativi netti da tre punti durante la stagione regolare.

Quel vantaggio è aumentato solo nel secondo round. I Mavericks hanno tentato 234 tre in questa serie mentre i Soli Fenice ne ho provati solo 156. Ciò significa che i Mavericks hanno una media di 13 tentativi da tre punti in più a partita rispetto ai Phoenix Suns.

I Suns hanno più talento dei Mavericks. Ma quella differenza di talento è mitigata quando c’è un divario così ampio nei secondi tiri più efficienti nel basket. La capacità dei Maverick di limitare il numero di tentativi da tre punti dei Suns è ancora più impressionante se si considera quanto bene hanno tirato i Suns. I Suns stanno tirando il 41,0 percento da tre in questa serie che è assolutamente d’élite ma quel valore è mitigato dal basso numero di tentativi.

I Mavericks sono stati anche in grado di apportare modifiche per liberare Luka Doncic e Jalen Brunson dalla difesa che a volte li ha infastiditi mentre i Suns non sono stati in grado di fare lo stesso per Chris Paul. Entrambe le squadre fanno molto affidamento sui loro campi d’élite per creare tiri. I Mavericks hanno fatto un lavoro migliore liberando i loro dalle costrizioni dei migliori difensori avversari.

Kidd ha anche fatto la scelta non ortodossa di interpretare Frank Ntilikina. Il “Principe francese” è molto divertente, ma è sempre una scelta strana giocare un giocatore offensivo così limitato in minuti così importanti. Ntilikina è sempre stato interpretato male come playmaker. Kidd ha corretto quell’errore interpretandolo insieme ad altri due playmaker che gli hanno permesso di giocare come ala “tre e re” piuttosto che come playmaker. Ciò gli ha permesso di esercitare tutti i suoi sforzi in difesa riducendo al minimo gli effetti negativi del suo attacco.

Questa serie è stata vicina anche se i singoli giochi non lo sono stati. I Mavericks hanno fatto un lavoro fantastico nel ribaltare la matematica e gli abbinamenti a loro favore. Dovranno continuare a farlo per un’altra partita se vogliono avanzare. Monty Williams è stato l’allenatore più meritevole dell’anno. Ma finora in questa serie, Jason Kidd è stato l’allenatore migliore.

Ecco l’ultima edizione di Minuto di Moneyball. Se non riesci a vedere l’incorporamento di seguito, clicca qui o cerca Mavs Moneyball Podcast sul tuo lettore di podcast preferito.

Leave a Comment