Gli Indiana Pacers potrebbero essere un partner commerciale di D’Angelo Russell?

La stagione 2021-22 è stata un enorme successo per i Timberwolves praticamente in ogni reparto. Il capo allenatore Chris Finch si è comportato come un tattico intelligente che si è guadagnato il rispetto degli spogliatoi e del front office. Il loro centro stella, Karl-Anthony Towns, si è rialzato e ha messo insieme una stagione di livello All-NBA. Anthony Edwards ha dimostrato di essere più di un semplice giocatore divertente, è un giocatore dannatamente bravo che pensa di entrare anche nella discussione All-NBA relativamente presto, e anche molti altri giovani giocatori come Jarred Vanderbilt e Jaden McDaniels hanno fatto il passo successivo nei loro sviluppi.

Con quel successo derivano maggiori aspettative. Inferno, a metà del primo round, l’aspettativa per questo seme 7 si era spostata vincente la serie, nonostante ciò fondamentalmente mai accadendo nel corso della storia della NBA. Tutti muoiono dalla voglia di un assaggio di successo, e ora che ne abbiamo avuto un assaggio, tutti, dai giocatori alla base di fan (ho rivisto di nuovo il Play-In ieri) alla proprietà, ne vorranno di più.

I Lupi possono tranquillamente presumere che la crescita interna provenga da artisti del calibro di Anthony Edwards e Jaden McDaniels, ma scommettere solo sulla crescita interna è una commissione stupida. È un cliché, ma la crescita non è lineare ed è impossibile indovinare quanto saranno bravi quei ragazzi la prossima stagione. In un panorama della Western Conference che, al momento, sembra più insidioso nel 2022-23 rispetto allo scorso anno, Sachin Gupta e i Lupi dovranno rimescolare un po’ il mazzo per aggiornare il roster.

Brad Rempel-USA TODAY Sport

Il pezzo grosso nelle trattative commerciali per i Lupi sarà D’Angelo Russell. Anche se il trading di D’Lo in questo momento non è il mio risultato preferito dato quello che mi aspetto sarà il ritorno, sarà un argomento di discussione per tutta la bassa stagione. Questo mi ha spinto a pensare a chi potrebbe essere un partner commerciale realistico e sono atterrato sul Indiana Pacers come possibile destinazione.

Che sia con i Wolves o qualche altra squadra, ci si aspetterebbe che i Pacers siano attivi nel mercato commerciale in questa bassa stagione, punto. Al momento hanno una struttura piuttosto strana per la loro squadra, con diversi giocatori di buona qualità che guadagnano tutti soldi significativi, anche se nessuno al di sopra dei 22,6 milioni di dollari di Malcolm Brogdon per il 2022-23.

Sebbene Tyrese Haliburton sia un bravo giovane giocatore, è improbabile che si trasformi nella Superstar di cui una squadra generalmente ha bisogno per saltare davvero in se stessa per fare una seria corsa ai playoff. I Pacers sono una specie di bivio, perché giocatori come Haliburton, Brogdon e Myles Turner sono abbastanza bravi nella maggior parte dei casi da tenerti fuori dalle lotterie per la prima scelta assoluta, ma non sono abbastanza bravi da renderti più di un Squadra di livello play-in.

In passato, l’Indiana era notoriamente contraria alla ricostruzione, ma lo scambio di Domantas Sabonis per Haliburton ha suggerito che potrebbero essere disposti ad abbracciare il gioco per il futuro anche se Hali è già molto bravo. Indipendentemente da ciò, i Pacers potrebbero essere interessati a uno scambio per Russell se sono interessati a giocare per il futuro, dato che probabilmente avrebbero una scelta per affrontare l’ultimo anno del suo accordo. Come squadra di ricostruzione, sarebbe saggio avere gli occhi puntati sul talento di livello superstar nella parte superiore del 2023 Draft NBA.

Ad ogni modo, i Pacers sono un partner commerciale desiderabile per i Lupi principalmente a causa di Myles Turner e, in misura minore, di Malcolm Brogdon.

In teoria, scambiare con Malcolm Brogdon potrebbe essere una buona idea. È un giocatore di basket di talento e il suo stipendio non è stravagante per un giocatore con le sue abilità. Il problema è interamente con la sua disponibilità. Brogdon ha giocato 75 partite da rookie, ma nelle cinque stagioni da allora ha superato solo 56 partite una volta, toccando il fondo a 36 partite la scorsa stagione. È solo sempre ferito, sfortunatamente. Forse è davvero tutto ciò che potresti ottenere in cambio di D’Lo e un 1°, ma semplicemente non ne vale la pena per me.

NBA: Indiana Pacers agli Houston Rockets

Erik Williams-USA TODAY Sport

Ora, questo è Turner.

L’idea di Myles Turner accanto a KAT è stata popolare tra i fan e la sfera dei media dei Wolves per un po’ di tempo ormai, e non è incredibilmente difficile capire perché. Semplicemente non ci sono molti ragazzi della sua taglia che possono sparare ai tre E proteggere il cerchione così come Turner. È come la versione più giovane e agile dell’attuale Brook Lopez.

Se i Lupi scambieranno per Turner, sarà per la sua abilità nella protezione del cerchio. Consentirebbe alla squadra di giocare a drop coverage in modo più efficace e cambierebbe completamente il modo in cui le loro guardie e ali possono giocare sul perimetro. Pensi che questa squadra sia aggressiva in cerca di furti ora? Mi piacerebbe vedere quanto attivi potrebbero essere sul perimetro artisti del calibro di Ant, Jaden e Vando sapendo che hanno Turner che aspetta dietro di loro per ripulire qualsiasi pasticcio. Ha guidato la NBA in due blocchi delle ultime quattro stagioni e il suo 2.8bpg avrebbe guidato la lega di un miglio in questa stagione se avesse giocato abbastanza partite per qualificarsi. È un protettore del cerchio speciale.

Dal momento che posso già qui qualcuno lamentarsi della menzione della copertura del calo, vorrei ricordare a tutti che i Lupi parlavano regolarmente di sentirsi stanchi verso la fine della stagione. Giocare a livello di ogni schermo di palla e volare dietro di esso è estenuante. Avere un protettore del cerchio d’élite per mangiare alcuni beni in caduta durante l’anno sarebbe un bel cambiamento dal dover logorare la squadra durante tutto l’anno.

Questo è il caso di Turner. È un protettore del cerchio d’élite che non sabota la tua spaziatura in modo offensivo.

Detto questo, c’è un motivo per cui Turner è anche potenzialmente disponibile. Ha spesso ottenuto il tag “stretch big”, ma non c’è davvero molto “stretch” nel gioco di Turner. È uno sparatutto da tre punti in carriera con il 34,9%, ma è stato inferiore a quel numero in ciascuno degli ultimi tre anni una volta che ha alzato il suo volume. Anche con quel leggero aumento del volume, spara ancora solo circa quattro 3PA per partita. Può fare un tre, immagino, ma alle difese non importa un po’ se sta sparando dal profondo.

Anche se gli assegniamo un voto positivo sul tiro (mi sento generoso), non porta letteralmente nient’altro sul tavolo in modo offensivo. È inefficace come roll-man, non è progredito con molto di un gioco pump-and-go fuori dal palleggio ed è uno zero come passante. Certo, non gli verrà chiesto molto di questo con Ant e KAT che usano la maggior parte dei possedimenti, ma sarebbe comunque bello se potesse contribuire con qualcosa in modo offensivo oltre i tre occasionali che le difese sono volentieri disposte a dargli.

NBA: Phoenix Suns agli Indiana Pacers

Trevor Ruszkowski-USA OGGI Sport

Anche a parte tutto questo, il problema più grande con Myles Turner è che è un rimbalzista davvero orrendo per qualcuno in piedi 6’11 “, 250 libbre. Per la sua carriera, Turner ha una media di 6,7 rimbalzi a partita, o 8,4 ogni-36 minuti. Il suo 12,9% di rimbalzo è una cifra brutale per un centro. Per riferimento, la percentuale di reb di Vando in questa stagione è stata del 17,8%. Forse questo sarebbe diverso se avesse giocato di più l’anno scorso dopo lo scambio di Sabonis, ma sono scettico.

Questa è già una squadra di rimbalzo difensiva molto scarsa e rimuovere Vanderbilt dalla formazione titolare per Turner non farebbe che esacerbare il problema. È grande di statura, ma non gioca affatto così, ad eccezione della protezione del cerchio. In teoria è un giocatore migliore di quello che si vede in campo, secondo me.

Oltre a tutte le sue stesse carenze, la parte della discussione su Turner che forse mi ha infastidito di più è la mancata discussione se KAT può anche giocare il 4. Towns è agile per un centro, ma è diverso dal poter inseguire giocatori in giro sulla fascia e superare uno schermo pin-down o flare. Towns e Turner sarebbero probabilmente scaglionati abbastanza frequentemente, ma in modo simile a Russell, ti aspetteresti che qualcuno in cui è investito tanto quanto Turner sarà in grado di chiudere le partite.

In sostanza, stai solo scambiando un giocatore difettoso con un contratto in scadenza con un altro. Forse il prossimo contratto di Russell è notevolmente più grande di quello di Turner, ma non sono sicuro che sia una garanzia in questo momento? Vale la pena pagare una scelta al primo turno per risparmiare la proprietà di pochi dollari per una stagione? Questo è rischioso, nel migliore dei casi, per me.

Fondamentalmente, il verdetto è che sono un codardo. Personalmente, non sono a favore di uno scambio di Turner se richiede D’Lo + filler + scelta del primo round. I Lupi non hanno molto in termini di salario che non farebbe male a perdere anche solo un po’, quindi il costo mi sembra alto.

In genere sono avverso al rischio quando si tratta di spendere beni preziosi (scelta al primo turno) per giocatori non famosi. A volte funziona, ma spesso sembra che non funzioni. Per me, sembra di pagare un premio per passare da un giocatore imperfetto a un giocatore diverso, leggermente meno imperfetto.

Personalmente, preferirei che i Lupi provassero a elaborare un’estensione con Russell per ora, e da lì. Non può ragionevolmente aspettarsi di ottenere il massimo dei soldi a questo punto, quindi dovrebbe esserci un terreno comune per le due parti per trovare un accordo che funzioni per entrambe le parti.

Detto questo, costruire un contendente richiede correre dei rischi. I lupi hanno i loro due fulcri in KAT e Ant che ora devono aggirare. Turner è molto meglio di loro rispetto a D’Lo? Chi lo sa. Sono scettico, ma ammetto che è possibile, ed è il tipo di swing che le squadre devono fare per salire di livello.

Ad ogni modo, questa sembra essere un’estate affascinante. Immagino che sentiremo un sacco di voci e ronzio intorno all’omone degli Indiana Pacers.

Leave a Comment