Cosa è successo davvero in quell’ultima commedia? E altri otto pensieri su un’emozionante serie Celtics-Bucks.

MILWAUKEE – Di fronte a uno svantaggio di 3-2, i Celtics cercheranno di mantenere viva la loro stagione in gara 6 di questa semifinale della Eastern Conference contro i Bucks venerdì sera. Ecco nove pensieri sulla serie emozionante:

▪ Quindi, cosa è successo davvero in quella partita in campo laterale con i Celtics in svantaggio di 1 punto a 11,4 secondi dalla fine della partita 5 di mercoledì sera? L’allenatore Ime Udoka ha detto che speravano di portare la palla a Jayson Tatum in modo che potesse attaccare una mancata corrispondenza, molto probabilmente un cambio che lo ha lasciato protetto da Bobby Portis o Pat Connaughton.

Ma Al Horford sembrava essere in ritardo nell’impostare uno schermo per Tatum sul lato debole, e con Boston fuori dai timeout, Marcus Smart è stato costretto a improvvisare. È corso verso la palla, ha preso il passaggio in campo di Derrick White e in realtà ha ottenuto un passo su Connaughton mentre tagliava verso il bordo. Semplicemente non ha mai visto Jrue Holiday entrare in picchiata e inghiottire il tentativo prima di attaccarlo a Smart e fuori dai limiti. Sì, c’era tempo per Smart per tirare fuori la palla e portarla a Tatum in qualche modo, ma ha fatto la chiamata giusta cercando di sfruttare la breve apertura. In seguito, Smart guardava verso l’altro lato del campo, confuso e frustrato, e nessuno guardava Smart in quel modo.

Jrue Holiday ha bloccato un tentativo di tiro in auto di Marcus Smart alla fine di Gara 5, un’enorme azione difensiva per Milwaukee.Jim Davis / Staff del globo

▪ Il bianco ha preso un po’ di colpi per il suo tiro irregolare da quando è arrivato ai Celtics a febbraio, ma è stato prezioso contro i Bucks. Attraverso cinque partite, i Celtics hanno sette formazioni di cinque uomini che hanno giocato 10 minuti o più insieme. Il bianco fa parte di ciascuno dei quattro che hanno un rating netto positivo e non è in nessuno dei tre con un rating netto negativo. È l’unico giocatore della squadra che può fare questa affermazione.

La formazione di White, Tatum, Jaylen Brown, Horford e Smart ha superato i Bucks di ben 31,5 punti per 100 possedimenti.

▪ La formazione Tatum, Brown, Horford, Smart, Grant Williams che ha iniziato le ultime due partite con Robert Williams fuori, nel frattempo, è stata quella utilizzata più spesso. È stato anche battuto di 18,2 punti ogni 100 possedimenti, principalmente dai titolari dei Bucks. Udoka apprezza la fisicità di Grant Williams contro Giannis Antetokounmpo, ma la star dei Bucks sta ancora per lo più facendo a modo suo. E Williams è solo 2 su 13 dalla linea dei 3 punti nelle ultime tre partite. È anche preoccupante che abbia rinunciato ad alcuni sguardi aperti in Gara 5. Williams è diventato un distanziatore inestimabile in questa stagione e Boston non può permettersi che la sua fiducia venga intaccata ora.

▪ I Bucks erano 40 su 133 dalla linea dei 3 punti in questa serie prima di andare 6 su 6 nel quarto quarto di Gara 5. È interessante notare che i Celtics non hanno nemmeno tentato una tripla durante quel periodo.

▪ La decisione dell’allenatore dei Bucks Mike Budenholzer di restare con la guardia veterana George Hill su Jevon Carter nelle ultime tre partite è stata sconcertante. Hill ha fatto il suo debutto in serie in Gara 3 dopo aver saltato un mese a causa di uno stiramento addominale e le sue apparizioni sono state disordinate.

I numeri più-meno possono ingannare, ma Hill era meno-15 durante i suoi 13 minuti di mercoledì, e sembrava che fosse così. Era meno-6 in gara 4 e meno-1 in gara 3. In altre parole, i Bucks sono andati 2-1 nelle ultime tre partite, nonostante siano stati superati di 22 punti durante i 47 minuti di Hill in campo.

I Celtics hanno dato la caccia incessantemente alla guardia 36enne quando è in difesa, e in attacco non ha fornito nulla, andando 1 su 2 dal campo. L’approccio dei Celtics contro Hill è stato ovvio, ma anche Udoka è stato trasparente al riguardo.

George Hill e Jaylen Brown di Milwaukee sono aggrovigliati mentre combattono per una palla vagante nella prima metà di mercoledì sera.Jim Davis / Staff del globo

“Ho giocato con George da rookie a San Antonio [in 2008]”, ha detto Udoka dopo Gara 4,” quindi so qualcosa di George e ho cercato di trarne vantaggio. “

Carter, nel frattempo, ha aiutato a perseguitare i gestori di palla di Boston durante la vittoria in Gara 1 di Milwaukee. Era più-25 in 22 minuti in quella partita e meno-2 in una sconfitta di 23 punti in Gara 2. Un giocatore rende la vita difficile alle guardie avversarie mentre l’altro è braccato da loro. Sembra che la scelta dovrebbe essere chiara.

▪ Anche se la situazione dei Celtics può sembrare terribile, in realtà sono solo 1,5 punti sfavoriti per Gara 6.

▪ Antetokounmpo è stato gasato nel quarto quarto della sconfitta in gara 4 della sua squadra. Ma sembrava reggere meglio in Gara 5 e i Celtics avrebbero potuto effettivamente aiutare la sua causa. Boston si è concentrata sulla limitazione delle opportunità di transizione di Milwaukee e ha fatto un buon lavoro quel mercoledì, quando i Bucks hanno raccolto solo 7 punti di contropiede. Ma il ritmo più veloce porta anche Antetokounmpo a spendere più energia. I Celtics di certo preferirebbero non vederlo sfrecciare in contropiede, ovviamente.

Giannis Antetokounmpo è stato forte nel tratto in Gara 5.Jim Davis / Staff del globo

▪ Quando i Celtics hanno rimboccato la palla dalla linea di fondo campo staccata di 3 punti a 5,9 secondi dalla fine, hanno avuto un’ottima occasione. Wes Matthews è caduto quando Tatum ha segnato una striscia sulla fascia destra. Poi Matthews si alzò e cadde di nuovo, come se fosse nel mezzo di un brutto sogno. Tatum ha fatto segno per la palla e Smart sembrava notarlo, ma il secondo palleggio di Smart a monte è stato brutto e ha interrotto il suo ritmo. Holiday, sempre opportunista, ha avuto pochi problemi a piombare in picchiata per il furto decisivo. Sarebbe stato un passaggio lungo anche per Tatum, e Antetokounmpo, che era in agguato sulla linea di fondo, non ha bisogno di molti passi per recuperare terreno.

▪ È difficile immaginare il ritorno di Khris Middleton durante questa serie. L’attaccante dei Bucks All-Star è stato messo da parte per tre settimane a causa di una distorsione al ginocchio e sta gradualmente aumentando il suo livello di attività, ma anche se è quasi pronto, potrebbe essere un rischio per Milwaukee lanciarlo in questa serie intensa e fisica senza anche prendendo parte a una pratica. Non c’è tempo per eliminare la ruggine. Se tornasse in gara 6, però, darebbe sicuramente una scossa al pubblico di casa.


Adam Himmelsbach può essere raggiunto all’indirizzo adam.himmelsbach@globe.com. Seguilo su Twitter @adamhimmelsbach.

Leave a Comment