Casa Bianca, Twitter in silenzio sul motivo per cui il tweet con la disinformazione sul vaccino non è stato rimosso

NUOVOOra puoi ascoltare gli articoli di Fox News!

Il casa Bianca sta affrontando un contraccolpo dopo aver affermato falsamente in un tweet questa settimana che “non c’era un vaccino disponibile” per COVID-19 quando Joe Biden è entrato in carica l’anno scorso, ma Twitter, insieme alla Casa Bianca, rimane in silenzio sul motivo per cui l’affermazione rimane sulla piattaforma senza etichetta di avviso di “disinformazione”.

Giovedì l’account Twitter ufficiale della Casa Bianca dichiarato“Quando il presidente Biden è entrato in carica, milioni erano disoccupati e non c’era alcun vaccino disponibile”.

LA CASA BIANCA DICE CHE IL VACCINO NON ERA DISPONIBILE QUANDO IL PRESIDENTE BIDEN È ENTRATO IN UFFICIO

Dopo che il tweet originale ha suscitato aspre critiche da parte degli utenti di Twitter che hanno sottolineato che c’era un vaccino contro il COVID-19 disponibile quando Biden è entrato in carica il 15 gennaio. Il 20, 2021, la Casa Bianca ha riconosciuto in un tweet di follow-up venerdì di aver “erroneamente dichiarato che i vaccini non erano disponibili nel gennaio 2021”, ma non ha eliminato il tweet originale che è stato condiviso quasi 3.000 volte.

L’infermiera praticante Tabe Mase somministra a Joe Biden la sua prima dose di vaccino contro il coronavirus il 21 dicembre 2020.
(Jonathan Newton / The Washington Post tramite Getty Images)

“In precedenza avevamo erroneamente dichiarato che i vaccini non erano disponibili nel gennaio 2021. Avremmo dovuto dire che non erano ampiamente disponibili. I vaccini sono diventati disponibili poco prima che il presidente entrasse in carica. Da allora, è responsabile della vaccinazione completa di oltre 200 milioni di persone”, il tweet del venerdì dichiarato.

CASA BIANCA SEPOLTA SU TWEET AZIENDE CHE NON C’ERA ‘NESSUN VACCINO’ QUANDO BIDEN È ENTRATO IN UFFICIO: ‘ELIMINA QUESTO’

Fox News ha contattato la Casa Bianca e Twitter durante il fine settimana per chiedere perché il tweet non era stato cancellato e perché nessuna etichetta di avvertimento era stata apposto sul tweet per informare i lettori delle informazioni imprecise contenute nel tweet. Fox News non ha ricevuto immediatamente una risposta dalla Casa Bianca o da Twitter.

Kamala Harris riceve il vaccino Moderna COVID-19 dall'infermiera Patricia Cummings, martedì 12 dicembre  29, 2020, presso lo United Medical Center nel sud-est di Washington.

Kamala Harris riceve il vaccino Moderna COVID-19 dall’infermiera Patricia Cummings, martedì 12 dicembre 29, 2020, presso lo United Medical Center nel sud-est di Washington.
(Foto AP / Jacquelyn Martin)

Sia il presidente Biden che il vicepresidente Kamala Harris ha ricevuto le vaccinazioni COVID-19 prima di entrare in carica, poco dopo che la prima persona nella nazione, Sandra Lindsay, è stata vaccinata il 14 dicembre 2020. Biden ha ricevuto la sua prima dose di vaccino il 21 dicembre 2020, mentre Harris ha ricevuto la sua il 29 dicembre , 2020.

Utenti di Twitter di tutto lo spettro politico criticato la Casa Bianca per la posta.

“Chi gestisce l’account Twitter @WhiteHouse?” ha chiesto Glenn Kessler, capo dei fact-checker del Washington Post, esortando chiunque sia a “eliminare questo falso tweet”.

Il presidente Joe Biden ha espresso le sue osservazioni sull'autorizzazione del vaccino contro il coronavirus per i bambini di età compresa tra 5 e 11 anni, durante un discorso al South Court Auditorium dell'Eisenhower Executive Office Building alla Casa Bianca a Washington, USA, il 3 novembre 2021.

Il presidente Joe Biden ha espresso le sue osservazioni sull’autorizzazione del vaccino contro il coronavirus per i bambini di età compresa tra 5 e 11 anni, durante un discorso al South Court Auditorium dell’Eisenhower Executive Office Building alla Casa Bianca a Washington, USA, il 3 novembre 2021.
(REUTERS / Evelyn Hockstein / File foto)

Ha aggiunto: “Biden stesso ha detto che l’8% degli anziani aveva ricevuto il vaccino il giorno in cui è entrato in carica. Biden era uno di loro”, collegandosi a un pezzo di verifica dei fatti che aveva scritto l’anno scorso.

CLICCA QUI PER OTTENERE L’APP FOX NEWS

Il collaboratore di Fox News Joe Concha ha chiesto ai suoi colleghi utenti di Twitter: “Qualcuno ha il servizio clienti per la nuova scheda di disinformazione?”

L’autore Max Abrahms ha scherzato sul fatto che il governo nominato “Disinformation Governance Board” fosse a capo del caso, twittando “Chiama Nina Jankowicz”.

Adam Sabes e Gabriel Hays di Fox News hanno contribuito a questo articolo.

Leave a Comment