Al momento non esiste un’esperienza Android davvero completa

di Google è stato deludente se ti aspettavi un importante aggiornamento di Android che affrontasse problemi profondi, almeno in base ai dettagli condivisi finora. La società non ha dedicato molto tempo a discutere di Android 13 e la maggior parte degli aggiornamenti annunciati erano noti, minori o entrambi. Sono stati in gran parte definiti dai media e dai controlli sulla privacy. Il rilascio così com’è non sarà una rivelazione a meno che tu non sia un . Anche se potremmo non aver ancora visto tutte le funzionalità di Android 13, e ci sono già alcuni miglioramenti davvero utili (come un lo status quo rimarrà in gran parte intatto.

E questo è un peccato. Sebbene Android sia una piattaforma molto capace con un hardware eccezionale da abbinare, non esiste un dispositivo che riesca a realizzare ogni esperienza in modo coerente. Acquista un telefono potente e probabilmente sarai gravato da un software bizzarro; ottieni la variante Android dei tuoi sogni e potresti dover sopportare fotocamere o chip mediocri. È ora che Google e i produttori collaborino per produrre dispositivi che potresti consigliare più facilmente ad altri.

Software: troppo o non abbastanza?

Sam Rutherford / Engadget

Ad essere onesti, Google è solo parzialmente responsabile dello stato attuale delle cose. La vera bellezza di Android è il potenziale per i fornitori di aggiungere il proprio giro: un’esperienza uniformemente realizzata su Google annullerebbe il punto.

L’azienda gioca ancora un ruolo importante, tuttavia, ed è sempre più chiaro che può fare di più. Usare un o un altro telefono con ‘puro’ e ti renderai conto che il sistema operativo di serie, sebbene visivamente coeso e privo di lanugine, è ancora relativamente scarno. Non otterrai un’app fotocamera avanzata, un’ampia integrazione multimediale, funzioni speciali del browser o altri trucchi intelligenti che spesso ottieni con esperienze Android personalizzate. Anche lo smalto non è sempre lì – solo . Apple ha avuto la sua quota di aggiornamenti incerti negli anni passati, ma sembra aver risolto i problemi tecnici che Google occasionalmente lascia.

Puoi installare app, lanciatori e altre utilità per arricchire le cose, ma per alcuni utenti non è realistico. Non consegnerei un Pixel a un nuovo arrivato oa chiunque desideri potenti funzionalità pronte all’uso. Google potrebbe migliorare la sua funzionalità e qualità per competere più direttamente con i suoi partner oltre la solita manciata di esclusive Pixel (di solito) temporanee. Anche se ultimamente l’azienda si è spostata più verso regolari cali di funzionalità rispetto a mastodontiche revisioni del sistema operativo, Android 13, come sappiamo, è ancora alquanto deludente su questo fronte.

Questo non è per togliere quei partner dai guai. Sebbene i produttori di telefoni non esagerino con la personalizzazione come negli anni passati, alcune esperienze Android non di serie includono ancora la loro quota di modifiche arbitrarie. Samsung è il classico esempio. Mentre One UI è molto più pulito e amichevole per terze parti rispetto a , tende ancora a duplicare le funzionalità di Google o a inviare servizi che probabilmente non utilizzerai. Hai davvero bisogno di due browser o di acquistare app dal Galaxy Store? Vedrai anche alcune implementazioni Android esagerate di marchi cinesi, anche se notiamo che Xiaomi ha tenuto a freno la MIUI.

E la situazione sembra peggiorare in alcuni casi. Inizialmente OnePlus attirava gli appassionati proprio perché le sue personalizzazioni erano limitate e di solito molto utili, ma ci sono state prove dell’influenza strisciante del design del software più pesante della casa madre Oppo su dispositivi come il . Il menu a comparsa OnePlus Shelf si è intromesso durante la nostra recensione, ad esempio. Allo stesso modo, le politiche di aggiornamento hanno talvolta fatto passi indietro, poiché Motorola non garantisce ancora più di un aggiornamento del sistema operativo principale per alcuni telefoni. Sarebbe bello vedere OnePlus e altri fornitori trovare un equilibrio più delicato che aggiunge tocchi premurosi senza virare in eccesso o limitare gli aggiornamenti software.

Hardware: l’unico neo

Motorola Edge (2021)

Igor Bonifacic / Engadget

Il singhiozzo del software non sarebbe così problematico se i dispositivi fossero più completi. È fin troppo comune trovare un telefono Android che funzioni in modo superbo sotto molti aspetti, ma abbia almeno un punto debole che offusca l’esperienza o addirittura si rivela un rompicapo.

Un rapido sondaggio sui principali telefoni Android lo illustra fin troppo bene. Il regolare è uno dei migliori tuttofare oggi sul mercato, ma ha uno spazio di archiviazione modesto e non espandibile, uno schermo da 1080p (bene, ma non i 1440p che alcuni bramano) e funzionalità ridotte nella sua versione più piccola. Pixel 6? Un valore eccezionale, ma il lettore di impronte digitali notoriamente esigente e lo spazio di archiviazione limitato possono uccidere rapidamente l’interesse. OnePlus 10 Pro è solo un leggero miglioramento rispetto al suo predecessore e soffre ancora della scarsa qualità della fotocamera. Puoi superare alcune di queste limitazioni con ammiraglie senza spese come il o di Sony ma probabilmente spenderai ben oltre $ 1.000 per il privilegio.

Diventa ancora più una sfida con modelli più convenienti. Motorola è sempre più popolare tra gli utenti economici, ma è così e le funzionalità mancanti (come NFC) creano seri problemi agli acquirenti. I telefoni di fascia media di Samsung possono essere lenti o comunque poco eccitanti, e il sembra addirittura un passo indietro. Telefoni come il Poco F4 GT e in arrivo offrono potenza di elaborazione di fascia alta a un prezzo basso, ma puoi tranquillamente presumere che stai scendendo a compromessi in aree come la tecnologia delle fotocamere. E non iniziamo con aziende che offrono schermi enormi ma a bassa risoluzione che possono rivelarsi un pugno nell’occhio.

Per essere chiari, ogni telefono ha i suoi compromessi. Non sarebbe realistico aspettarsi un prodotto perfetto da qualsiasi marchio, compresi quelli oltre ad Android. Apple è spesso conservatrice con il design dell’iPhone ed è stata lenta ad abbracciare le funzionalità Android comuni –120 Hz e USB-C, chiunque? Il più delle volte, tuttavia, scegli un dispositivo Android in base ai principali difetti che sei disposto a tollerare, non perché sia ​​chiaramente il meglio che puoi ottenere per i soldi. Combinalo con i dilemmi software menzionati in precedenza e un telefono Android davvero completo può essere molto difficile da trovare.

Barlumi di speranza

Google Pixel 7 e 7 Pro

Google

Questo non vuol dire che l’industria dei telefoni Android sia in uno stato terribile. Le stesse lamentele al centro di questo pezzo sottolineano fino a che punto è arrivata la piattaforma. Android 12 (e presto 13) è decisamente più raffinato rispetto alle precedenti iterazioni. Marchi un tempo odiosi come Samsung hanno mostrato una certa moderazione ed è molto più facile acquistare un telefono economico che ti renderà davvero felice, anche se ci sono evidenti carenze.

Puoi anche indicare alcuni dispositivi che mostrano la via da seguire. Sebbene i recenti telefoni Xperia di Sony siano sempre più costosi e rivolti a un pubblico di nicchia, tendono a offrire prestazioni elevate, buone fotocamere, display di alto livello e software moderatamente personalizzato. E se il può affrontare alcuni dei singhiozzi del suo predecessore, potrebbe essere solo il telefono Android da battere nella seconda metà dell’anno.

Piuttosto, la preoccupazione è che ci sia molto più spazio per crescere. Le aziende dovrebbero adottare un approccio più olistico alla progettazione del telefono in cui ci sono pochi o nessun sacrificio evidente in nome del prezzo, dei diritti di vanteria, degli aumenti delle vendite o dei servizi ambulanti. Google potrebbe fare di più per dare l’esempio, come abbinare le funzionalità software più avanzate dei suoi alleati fornitori. È del tutto possibile realizzare un telefono che eccelle semplicemente per la mancanza di evidenti debolezze: si tratta solo di trovare la determinazione per farlo accadere.

Tutti i prodotti consigliati da Engadget sono selezionati dalla nostra redazione, indipendente dalla nostra casa madre. Alcune delle nostre storie includono link di affiliazione. Se acquisti qualcosa tramite uno di questi link, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione.

Leave a Comment